domenica 22 febbraio 2015

REVIEW: Hennè a confronto - Lush Vs Le Erbe di Janas


Finalmente riesco a scrivere questa recensione, era da tanto che ci pensavo ma ovviamente volevo aspettare il momento di fare l'henné così da potervi mostrare anche qualche risultato.
Come si deduce dal titolo ho deciso di fare un'unica recensione mettendo a confronto gli unici due henné da me provati, ovvero quello solido di Lush e quello in polvere di Le Erbe di Janas che è anche l'ultimo che ho provato.

Lush - Henné in panetto

Come un Sole Rosso Acceso e Tempo al Tempo
Ecco colui che mi ha fatto conoscere e innamorare dei prodotti Lush, preparatevi però perché la storia che racconterò sarà lunghetta, quindi se vi interessa mettetevi comode!
Intanto come forse avrete notato, non ho specificato un colore, questo è dovuto al fatto che li ho provati quasi tutti, capirete quindi che se ho acquistato i diversi tipi probabilmente è perché mi è piaciuto ma non è stato così da subito.
Dovete sapere che io ai miei capelli ne ho combinate nel corso degli anni di tutti i colori (nel vero senso della parola...), sono stata bionda, castana, rossa (tipo testa di fiammifero, ricordo che di notte bastavo io a far luce!) fino al nero-blu (il colore che più di tutti ho adorato ma che dura quanto un battito di ciglia), poi colpi di sole e di nuovo castana, mora, rossa finché, resami conto di quali danni stavo combinando ai miei capelli, ho deciso di tornare al naturale (un castano con riflessi biondo-rossicci). Ma anche di essere naturale dopo un po' mi sono stufata e, complice il mio recente approdo al mondo bio, ho voluto provare con questo fatidico henné, di cui tanto avevo sentito parlare e di cui nutrivo un certo timore (avevo il terrore di ritrovarmi come certe signore molto in là con gli anni che portano in testa quella fantastica criniera color carota che però su di me non avrei mai voluto). Come al solito quindi mi sono messa alla ricerca di tutte le notizie possibili reperibili sul web fino a giungere alla conclusione che per evitare traumi a me ed alla mia famiglia, potevo provare con l'henné della Lush (marchio per me quasi sconosciuto fino ad allora ma che aveva appena aperto uno store nella mia città), più precisamente con il Caffè Caffè. Ricordo che era estate e c'erano anche i miei genitori che erano venuti a passare qualche giorno con noi (abitiamo lontanissimi). Per me è stata l'occasione ideale perché potevo contare sull'aiuto di mia mamma. Sto ad evitarvi la descrizione del momento della prima "hennata", vi dico solo che alla fine il trauma l'ho avuto davvero ma non per il colore, quanto per la procedura che ho trovato di una complicazione unica! Mia mamma addirittura mi aveva consigliato di buttare nel cestino la quantità che mi era avanzata perché secondo lei sarebbe stato impossibile farlo da sola. Ma io non avevo coraggio di liberarmene per cui è rimasto nel suo bel sacchettino indisturbato per circa un anno. 
Più o meno durante il primo henné ero somigliante a questo...


Nel frattempo ero tornata alle normali tinte da supermercato però.....non potevo non fare dei paragoni e certo dopo la tinta i capelli non erano belli come quell'unica volta dopo l'henné, soprattutto dopo qualche shampoo, ci provo?...ci provo di nuovo? Sì! Però stavolta armata fino ai denti! Ed infatti mi sono munita di ciotolina, pennello, mantella in plastica e tanti giornali!
E stavolta l'ho vinta io! 

COSA DICONO LORO

Le tinture 100% vegetali che si prendono cura dei capelli. Fatti con il migliore henné persiano mescolato in quattro diverse tonalità per dare ai vostri capelli il colore che preferite, ogni panetto contiene anche burri vegetali, erbe e succo di limone per renderli ancor più forti e belli. Il colore finale dipende dal tipo di capelli e dal tempo di posa: leggete bene le istruzioni per l’uso, abbiate pazienza e avrete risultati da principessa del Brunei.

COSA NE PENSO IO

Certamente l'ho amato, non avrei mai pensato di cambiare, soprattutto vista la comodità di averlo già pronto e di poterlo fare in qualsiasi momento lo desiderassi, senza dover attendere i tempi di ossidazione e senza fare aggiunte.
Con qualsiasi colore ho sempre eseguito questa procedura: tagliato in scaglie e sminuzzato, messo dentro la ciotola per la tinta, coperto poco alla volta con tè bollente (il tipo che volete meglio se nero) fino a scioglierlo meglio possibile anche se in realtà resteranno sempre grumi, mettendolo a bagno-maria la situazione migliora leggermente. Non appena è pronto si può applicare, facendo attenzione a che non sia troppo bollente, per l'applicazione sui capelli se siete negate come lo ero io, potete trovare molti video dimostratitivi su Youtube, io preferisco partire dal davanti, su entrambi i lati, poi procedere dietro ed infine sulle lunghezze. Una volta terminata l'operazione copro tutto con la pellicola e poi con l'asciugamano e lascio in posa 2 ore, dopodiché passo al normale shampoo. Questa è forse la parte peggiore perché in effetti non si finisce mai di togliere il fango depositato sulla testa.
Ma parlando del risultato posso dire che l'ho trovato fantastico, sia il neutro Caffè Caffè (Indigo + Lawsonia), il nero Tempo al Tempo (Indigo) ed il rosso Come un Sole Rosso Acceso (Lawsonia), quest'ultimo secondo me è il più facile da lavorare, gli altri due sono un po' più duretti.
Dopo l'asciugatura però, a causa dell'alta percentuale di burro di cacao, i capelli risultano essere piuttosto pesantini, l'effetto migliore si rivelerà con il lavaggio successivo.
Ad ogni modo io ne sono sempre rimasta più che soddisfatta, e allora come mai ad un certo punto ho voluto provare qualcosa di diverso? Perché questo henné secondo me alla fine viene leggermente rovinato proprio per la presenza di burro di cacao che non permette al capello di venire colorato in modo ottimale, soprattutto se si iniziano (o si è già a buon punto!) a vedere i primi capelli bianchi.

Prezzo: 13,75 € per 325 gr di prodotto pari ad un blocco di 6 quadretti (sulla lunghezza dei miei capelli ne occorrono circa 4-5, io però ne usavo 2 sulla ricrescita ed andavo avanti così)

Le Erbe di Janas - Henné in polvere Rosso Freddo (Lawsonia Inermis)


Ho acquistato questo henné più per curiosità che per reale necessità dal momento che, come già vi dicevo, con il Lush mi trovavo benissimo. L'ho preso in una bioprofumeria della mia città (OpPure di Trieste, benedetto il giorno che l'hanno aperta!) dove la ragazza che lo gestisce (carinissima) me lo ha caldamente consigliato. La mia paura più grande era che potesse darmi problemi di allergia visto che già con l'altro ho qualche prurito durante la prima settimana dopo l'applicazione ma questo è garantito  essere testato a: nichel, piombo, cadmio e cromo. Fantastico! Complice anche il prezzo irrisorio non ci ho pensato due volte e l'ho preso.

COSA DICONO LORO

La Qualità di questo Hennè è frutto accurata selezione, Amore e Passione.
Solo le foglie migliori vengono scelte, fatte essiccare e polverizzate al momento della spedizione. In questo modo si ha un prodotto sempre fresco e duraturo.

la Polvere è finissima, fresca, verde oliva, dal caratteristico odore, tuttavia piacevole e non eccessivo.

La pasta che si ottiene è cremosa, morbida, soffice, senza granelli di sabbia. Si risciacqua come una normale tinta, non essendoci sabbia e fibre grossolane che si ancorano al capello.
La molecola responsabile della colorazione è il Lawsone. Questa molecola si lega alla cheratina,la proteina del capello. L’hennè, quindi, non penetra nel capello come le tinte chimiche, ma si lega alle squame.
In questo modo, non solo protegge il capello, ma lo volumizza aumentandone il diametro del fusto.
La chioma risulta più voluminosa, luminosa e protetta dagli agenti esterni.
L’Hennè è, inoltre, un potente sebo-normalizzante e antiforfora.
Il picramato è una sostanza allergizzante, iscritta nel registro ministeriale delle sostanze pericolose e nocive per l’organismo e per l’ambiente...


UN PIACERE MAI PROVATO PRIMA!
Hennè è il nome comune della pianta Lawsonia inermis, utilizzata da millenni per scopi rituali, decorativi e per la tintura di tessuti.
In questo prodotto non è presente Picramato di Sodio, aggiunto in molti Hennè per ottenere dei rossi rinforzti.

COSA NE PENSO IO

Intanto dico subito a chi come me si fa qualche scrupolo a provare l'henné perché ritiene antipatica la sua preparazione: non preoccupatevi! E' semplicissimo, ci si mette di più a leggere le istruzioni che a prepararlo, inoltre il fatto di doverlo preparare il giorno prima per farlo ossidare è ancora più comodo perché quando arrivate è già pronto. Io in realtà ho seguito il consiglio della ragazza del negozio, ovvero l'ho preparato, fatto ossidare e poi conservato in congelatore (questo aiuta anche ad avere un colore più intenso), la sera prima dell'applicazione l'ho tirato fuori e non ho dovuto perdere altro tempo.
La prima cosa che ho notato è stata la consistenza favolosa di questo preparato (insieme all'acqua ho aggiunto solo dell'aceto di mele ed un cucchiaio di yogurt), davvero cremosissimo e.... woooow, senza grumi!!!
La foto non rende giustizia alla meravigliosa crema che in
realtà si forma
La seconda cosa invece è stato l'odore....!!! Abituata al profumatissimo henné di Lush (io lo adoro) questo mi ha lasciata un po' perplessa, diciamo che se non amate gli spinaci, soprattutto non vi attira l'idea di averli sulla testa, forse è meglio se ci pensate un attimo perché, a parer mio l'odore è davvero fortino, certo visti i risultati secondo me è sicuramente un difettuccio trascurabile ma se siete particolarmente sensibili è meglio che siate avvisate di ciò.
Per la stesura mi sono comportata esattamente come con l'altro, ho coperto di pellicola e cappellino di lana stavolta visto che mi ero spalmata una cosa che era uscita dal congelatore, ho lasciato 3 ore e poi ho sciacquato. 
Devo soffermarmi un attimo su questo momento perché loro consigliano di passare l'henné sui capelli puliti, a me questo faceva un po' strano per cui ho preferito aspettare il momento di fare lo shampoo e dopo aver sciacquato un po' con sola acqua ho passato pochissimo shampoo sulla cute, anche per aiutare la "fanghiglia" a sciogliersi meglio. Poi sono andata avanti come al solito facendo anche una leggera maschera sulle punte. 
L'operazione di liberazione dei capelli dal prodotto è sicuramente stata meno ardua che per l'altro prodotto ma è sempre un momento per me poco simpatico, se soffrite di mal di schiena e dovete stare con le testa in giù nella vasca o nel lavandino, dopo dovrete fare pure una seduta di massaggi...!

Prezzo: 5 € per 100 gr di polvere (sui miei capelli abbastanza lunghi sono occorsi circa 40 gr di prodotto)

Ma veniamo alla parte fondamentale di tutto il post, il risultato finale.
Al termine di questa lunghissima recensione (perdonatemi ma non sono riuscita a tenermi, dovevo scriverle tutte queste cose!!!) vi lascio con due foto, una terribile perché fatta da sola con il cellulare con una condizione di luce completamente sfavorevole, l'altra decisamente migliore fatta dal mio piccolo amore, il mio bambino di 9 anni (che evidentemente non ha preso la mia terribile dote di mancata fotografa).

Prima di procedere all'henné, il colore è
praticamente il mio ma restano i riflessi di
Lush - Come un Sole Rosso Acceso
(scusate la faccia da c..o!)

Il risultato con Le Erbe di Janas - Hennè
Rosso Freddo
Concludo dicendo che molto probabilmente non tornerò più al primo henné con mio enorme dispiacere visto che era la mia scusa più utilizzata per andare nel negozio Lush ma quello di Janas trovo che si sia dimostrato nettamente superiore come resa finale, il colore è perfetto e soprattutto si vede! Quello Lush diciamo che è ottimo se volete un effetto del tutto naturale ma abbiate voglia di dare qualche riflesso in più ai vostri capelli e li volete arricchire di luce, se invece avete proprio bisogno di colore, soprattutto per coprire degli odiati capelli bianchi che spuntano a destra e a sinistra non basterà mentre questo delle Erbe di Janas è più adatto allo scopo.
Inoltre con quest'ultimo i capelli, nonostante abbia fatto solo un leggerissimo shampoo (e vi ricordo che ho la cute leggermente grassa) sono risultati puliti, leggeri, morbidissimi ed il risultato è durato qualche giorno, con l'altro questo non può accadere (a meno che non abbiate la cute molto secca) per via del burro di cacao che ingrassa molto cute e capelli.
Ultima cosa importante: alla fine il prurito l'ho avuto lo stesso, deduco per cui che la leggera irritazione è dovuta proprio all'henné e non ai metalli che può contenere o meno.